La Finanza Etica e Solidale in Calabria e il progetto MAG delle Calabrie

Come annunciato nell’ultimo incontro dell’estate nel cortile degli Ottimati, le nostre serate hanno una “coda”. Come ReggioNonTace, con Microdànisma e la Rete Verso La MAG delle Calabrie proponiamo due grandi momenti per tornare a riflettere sulla finanza etica ed, in particolare, per aiutare a capire di più le MAG e, così, fare passi in avanti per la realizzazione della prima MAG del Sud, proprio in Calabria dove è diffusissimo il fenomeno dell’usura.

Per tanti, è un sogno impossibile, perché la Banca d’Italia esige, come capitale per farla partire, 600mila euro. Ma qualcuno una volta ha detto che solo per i sogni grandi si riesce a mobilitare tutte le proprie energie e non ci si arrende. E la grandezza del nostro sogno non è legata al perseguimento d’un successo, ma alcompito di prenderci cura di coloro che sono scartati da una società e un’economia che si piegano sempre più ai potenti. E in Calabria questa situazione è aggravata da – e favorisce il – potere ‘ndranghetista, perché il numero crescente d’esclusi – soprattutto nelle giovani generazioni – rischia di lasciare, come unica via, l’assoggettamento, quando non il reclutamento nella ‘ndrangheta.

Abbiamo già iniziato a creare e sostenere iniziative economiche dal basso e a diffondere la visione etica della finanza. Ma, com’è accaduto in altri tempi di difficoltà economiche generalizzate, quando nacquero le Casse rurali, realizzare una MAG vuol essere una possibilità reale e concreta di progettare un futuro non assoggettato ai potentati, ma creato, gestito e controllato dal basso; perché solidale.

Allora abbiamo organizzato altre due serate: la prima nel cortile degli Ottimati (ingresso da via Cimino 4): il 17.9, alle ore 20,45 un concerto di Domenico Bucarelli, giovane reggino che fa canzoni di denuncia, sia pure in chiave ironica e irriverente, a partire da una visione dell’uomo responsabile della realtà che lo circonda,e lotta contro gli atteggiamenti d’arroganza, omertà, furbizia e ingiustizia che quotidianamente producono degrado sociale e culturale. Le sue sono canzoni di sdegno e d’impegno, perché solo col primo si genera il secondo. Raccoglie anche l’urlo d’una generazione sempre più abbandonata al proprio destino. Infine, apre uno squarcio sul dolore e la rabbia di chi ha vissuto sulla propria pelle la violenza della ‘ndrangheta e dell’usura, raccontando storie, ricordano nomi; anche in questo caso, però, a rabbia e dolore s’uniscono messaggi di speranza e impegno, grazie alla forza di chi non s’è piegato e non si piega, ma lotta ogni giorno.

La seconda serata sarà un incontro presso l’Auditorium Don Orione (accanto il Santuario di s. Antonio, in via Don Luigi Orione), il 19.9 alle ore 18:00:

“La Finanza Etica e Solidale in Calabria e il progetto MAG delle Calabrie”

Ci aiuteranno a comprendere l’importanza di sostenere forme di Finanza Alternativa:

Patrizio Monticelli : Responsabile di MAG Milano, tra le prime MAG in Italia.
Teresa Masciopinto : Responsabile Area Culturale per il Sud di Banca Etica, tra le più importanti banche etiche in Europa e la prima in Italia che s’ispira ai principi della Finanza Etica.
Antonino De Masi : Imprenditore della Piana di Gioia Tauro; noto per le sue battaglie contro l’anatocismo bancario e per la resistenza al potere ‘ndranghetista.

Per conoscere, capire, essere consapevoli che piccoli atti quotidiani, spesso senza pensarci, possono essere fondamentali per il futuro della nostra terra, t’invitiamo a partecipare a entrambe le serate!

This entry was posted in Iniziative, Reggio Calabria. Bookmark the permalink.